Ambulatorio sociale

L’associazione ARIEE offre la possibilità alle famiglie che ne fanno richiesta di usufruire di consulenze di uno psicologo esperto a costi sostenibili, per valutare la presenza di eventuali difficoltà di apprendimento nel bambino.

Il progetto è finanziato grazie ai fondi del 5 x 1000 ed è attivo nelle scuole della provincia di Viterbo e di Roma

Homework tutor

Tutor didattico a domicilio

L’ARIEE propone un servizio domiciliare di tutoraggio delle abilità di apprendimento, rivolto a bambini e ragazzi con difficoltà nello studio e nello svolgimento dei compiti a casa.

Il servizio, è effettuato da un Homework Tutor, una figura con una specifica formazione, che sostiene bambini e adolescenti con difficoltà di apprendimento o bisogni educativi speciali (DSA, ADHD, BES), che richiedono un aiuto concreto nell’affrontare i compiti scolastici.

Il tutor, in base alle caratteristiche individuali e alle specifiche difficoltà e abilità, ai punti di forza e di debolezza:

  • imposta un percorso personalizzato per l’acquisizione di un metodo di studio e di strategie di apprendimento efficaci e funzionali, che permettono di ottenere un potenziamento delle abilità di studio, di favorire l’autonomia e rafforzare l’autostima;
  • lavora sulla pianificazione e organizzazione, e interviene aiutando lo studente a riflettere su quali strumenti utilizzare, su modalità e tempi per fare compiti, su quali strategie di studio adottare, individuando insieme gli strumenti compensativi più idonei;
  • aiuta a diventare consapevoli delle proprie caratteristiche, promuovendo lo sviluppo dell’autonomia nello studio, del benessere scolastico, dell’autostima e della fiducia in se stessi;
  • presta attenzione agli aspetti emotivi, motivazionali e relazionali implicati nelle attività scolastiche;
  • collabora con gli specialisti, la famiglia e la scuola ponendosi come mediatore e promuovendo una comunicazione efficace;
  • si confronta con le insegnanti per l’aggiornamento del PDP o PEI, per l’adeguamento ai bisogni specifici dell’alunno delle richieste scolastiche, come la quantità dei compiti, le modalità delle verifiche, l’adozione di eventuali strumenti compensativi e misure dispensative.